www.viadeiprincipi.it

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

            

Lavori 2014

alt
 
Immagine da modello tridimensionale realizzato da OPAXIR
 
Lavori di valorizzazione alla Doganaccia
Sono in corso le azioni di valorizzazione del sepolcreto aristocratico della Doganaccia, grazie al  Progetto Cofinanziato dall'Unione Europea nell'ambito del FESR 2007-2013 - Fondo Europeo di Sviluppo Regionale PROGRAMMA OPERATIVO  REGIONALE DEL LAZIO  Obiettivo - Competitività Regionale e Occupazione  della Regione Lazio e del Comune di Tarquinia.
Gli interventi riguardano, nella prima fase (ultimata), il Tumulo del Re scavato da Giuseppe Cultrera nel 1928: il monumento è stato completamente restaurato sia all'interno che all'esterno. Il vestibolo d’ingresso costituisce uno spazio utilizzabile per spettacoli e incontri, come avveniva in età etrusca con le cerimonie aristocratiche; inoltre, oggi si può anche apprezzare il tamburo che delimita l’intero tumulo.
La seconda fase dei lavori si concentra sul Tumulo della Regina e sul sepolcreto circostante: si sta mettendo in evidenza il profilo dell’ingresso (piazzaletto) e si sta ricostruendo un tratto del profilo architettonico originale della tomba: questo risultato è possibile grazie ai dati raccolti negli scavi archeologici in questi ultimi anni. Altro intervento riguarda la sistemazione della Tomba dell’aryballos sospeso, scoperta nel 2013, al fine di consolidare la struttura funeraria.
Pannelli esplicativi e applicazioni multimediali completano i lavori e permettono di capire meglio l’aspetto originale del sepolcreto principesco.

Il progetto

alt
Il progetto di valorizzazione “Via dei Principi” è promosso dall’Assessorato alla Cultura, Arte e Sport della Regione Lazio, dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Tarquinia e dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Etruria Meridionale. L'itinerario archeologico intende riunire in un unico circuito le grandi sepolture a tumulo presenti nella necropoli dei Monterozzi e nell'area attorno alla città etrusca di Tarquinia, in luoghi dalla forte suggestione paesaggistica. Fulcro del sistema è il sepolcreto della Doganaccia, recentemente riportato alla luce dagli scavi archeologici dell'Università degli Studi di Torino e della Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Etruria Meridionale, e valorizzato da una serie di interventi destinati alla fruibilità del pubblico.

La Via dei Principi

Un inatteso itinerario archeologico fra le necropoli etruscheDella grandezza e della magnificenza dell’antico centro di Tarquinia, importante tassello della dodecapoli etrusca, rimangono in superficie pochi resti ricoperti da una coltre di polvere calcarea dispersi sull’altopiano della Civita. Il tenore di vita dei suoi abitanti si può ricostruire soprattutto attraverso le loro ultime dimore, cui gli Etruschi dedicavano tempo e risorse decisamente superiori rispetto alla casa terrena: in una collina che si allunga parallelamente a quella della città antica, quasi uno schermo verso il mare, sorge la grandiosa necropoli dei Monterozzi. LEGGI TUTTO
You are here Home