www.viadeiprincipi.it

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

            

Itinerario archeologico

La VIA DEI PRINCIPI comprende diverse località archeologiche della necropoli tarquiniese, caratterizzate da una forte valenza paesaggistica.
Partendo dal Museo Nazionale Archeologico, in auto o a piedi, si raggiunge la suggestiva area funeraria della Doganaccia (distante circa 3 km), caposaldo della Via dei Principi, dominata da una svettante coppia di grandi tumuli. Dalla Barriera S. Giusto (area parcheggi) si scende alla rotatoria e si svolta a sinistra in direzione Necropoli etrusca-Viterbo. Si prosegue alla Necropoli del Calvario; continuare sulla Strada Provinciale Monterozzi e, superato il moderno Cimitero, dopo 500 imboccare a destra la vecchia strada “della Madonna del Pianto” (seguire la segnaletica). Scendere e girare a destra fino alla necropoli (a sinistra con area sosta).
Dalla Doganaccia è poi possibile raggiungere, in auto o a piedi, il Tumulo Luzi in località Infernaccio, distante circa un chilometro. La tomba, caratterizzata da un imponente ingresso a gradinata destinato a ospitare le cerimonie e gli spettacoli funerari, si raggiunge percorrendo la vecchia strada “della Madonna del Pianto”: uscendo dalla Doganaccia, si deve girare a sinistra e proseguire per 700 m; al grande incrocio, svoltare nuovamente a sinistra (seguendo la segnaletica) in via R. Follerau. Quindi, alla seconda via, girare a destra e poi imboccare la prima via a sinistra (l'accesso della tomba si trova a destra).
Dalla Doganaccia, in direzione opposta, si possono invece raggiungere, sia a piedi che in auto, i tumuli delle Arcatelle-Secondi Archi con la Tomba delle Pantere, la più antica sepoltura dipinta di Tarquinia. Proseguendo a destra, lungo la strada “della Madonna del Pianto”, si arriva all'incrocio con la Provinciale Monterozzi.
In auto: seguire la segnaletica e girare a destra fino all'incrocio con la Statale Aurelia-bis. Quindi girare a sinistra in direzione Viterbo, e, dopo più di 100 m, imboccare la strada a sinistra che attraversa la suggestiva necropoli dei Secondi Archi fino al settore funerario della Tomba delle Pantere (stradina a destra). Terminata la visita si può girare a destra in direzione del moderno
Cimitero e di Tarquinia: la strada di crinale, costeggiata da antichi tumuli, si segnala per l'incantevole paesaggio verso la marina.
A piedi: dall'incrocio con la Provinciale Monterozzi, girare a destra e poi prendere la stradina che sale a sinistra (seguendo la segnaletica) fino alla parte più elevata della necropoli dei Monterozzi; poi ancora a destra fino alla stradina della Tomba delle Pantere.
Altri due grandiosi tumuli principeschi si trovano nell'entroterra tarquiniese, sul Poggio Gallinaro (presso La Civita) e sul Poggio del Forno (in località Turchina, verso Monte Romano). Le due località, al momento non comprese nell'itinerario archeologico attrezzato, sono immerse in un ambiente ancora intatto e si raggiungono seguendo la strada Statale Aurelia-bis.
You are here TUMULI A TARQUINIA